Biografia

RICCARDO ZANELLATO

Riccardo Zanellato, Basso

Riccardo Zanellato nasce a Contarina, in provincia di Rovigo, e si diploma in chitarra al conservatorio di Adria nel 1994. La passione per il canto nasce nel periodo del servizio militare; viene scelto per entrare nel coro di rappresentanza degli alpini e durante questa esperienza sono molte le persone che lo incoraggiano a coltivare quello che, da subito, risulta essere uno splendido dono. Nel 1992 l’incontro con il Maestro Arrigo Pola, che fu insegnante anche di Pavarotti, segna l’inizio del suo percorso artistico e lo porta al debutto nel 1994 al Teatro Verdi di Padova nel ruolo del Conte di Ceprano in Rigoletto. Negli anni successivi sono molti i concorsi ai quali partecipa con successo, vincendo nel 1996 l’ “A. Belli” di Spoleto ed arrivando tra i finalisti all’”Operalia” a Tokyo nel 1997. Nel 2005 gli viene conferito il Tiberini d’Argento.

Nel 2000 inizia il perfezionamento vocale con il Maestro Bonaldo Giaiotti, e questa collaborazione sarà fondamentale per il proseguimento della sua carriera. Con il Maestro infatti prepara uno dei personaggi più complessi per un basso: Zaccaria del Nabucco. Il debutto avviene nel 2001 nella villa Pallavicino di Busseto e da quel momento moltissime sono state le produzioni che lo hanno visto protagonista nel ruolo, facendone ad oggi un interprete di assoluto riferimento.

La sua vocalità estesa ed il canto morbido lo portano ad essere interprete del repertorio verdiano così come di quello di Bellini, Donizetti e Rossini serio. Tra le opere più importanti possiamo ricordare: Attila e La battaglia di Legnano (Parma), Rigoletto (Parma, Macerata, Caracalla, Teatro alla Scala, Torino, Liegi), Otello (Parigi), Simon Boccanegra (Roma, Catania, Lione, Dresda), Nabucco (Rovigo, Ravenna, Roma, Parma, Festival di Savonlinna, Stoccarda, Lipsia, Maggio Musicale Fiorentino, Kiev), Aida (Napoli,Torino,Verona,Valencia), Trovatore (Losanna,Verona,Salisburgo), Macbeth (Roma, Staatsoper di Berlino, Bologna, Tel Aviv ), Luisa Miller (Barcellona, Bilbao, Lione) Maria Stuarda (Bergamo, Reggio Emilia), Anna Bolena (Bergamo, Brescia, Parma, Helsinki, Torino e in tournée in Giappone), Lucia di Lammermoor (Firenze, Napoli, Macerata,Venezia, Wiesbaden), Norma (Rovigo, Catania, Palermo, Varsavia, Torino, Montevideo, Verona e in tournée in Giappone), Il Barbiere di Siviglia (Parma, Padova), I Puritani (Amsterdam, Cagliari, Lecce).

Numerose sono le collaborazioni con importanti direttori d’orchestra, possiamo citare tra gli altri: Chailly, Gatti, Viotti, Mariotti, Abbado, Pappano, Battistoni, Rustioni, Renzetti e registi di fama internazionale: Catena, De Ana, Abbado, Muscato, Vick, Wilson, Maestrini, Pier’Alli.

Una svolta nella sua carriera è rappresentata sicuramente dall’incontro con il Maestro Riccardo Muti che lo sceglie per Iphigenié en Aulide, Nabucco, Moïse et Pharaon, Macbeth, Simon Boccanegra e Nabucco al Teatro dell’Opera di Roma. Una delle opere preferite di Riccardo è il Requiem di Verdi e realizza un suo sogno quando riesce a cantarlo diretto dal grande Maestro a Napoli, Redipuglia, al Ravenna Festival ed in tournée in Slovenia e Vienna alla Musikverein con la Chicago Symphony Orchestra.

Il suo percorso artistico non cessa di crescere e di arricchirsi di nuovi debutti in qualità di protagonista: nel 2011 al Rossini Opera Festival nel Mosé in Egitto (premio Abbiati 2011), nel 2016 in Attila al teatro Comunale di Bologna, nell’ Aprile 2017 il Filippo II nel Don Carlos di Verdi, ruolo particolarmente adatto a Riccardo per vocalità ed intensità drammatica.

Share:
© 2017 RICCARDO ZANELLATO Basso | Site created by NWD STUDIO di Napolitano Enea